SICUREZZA INFORMATICA

SICUREZZA INFORMATICA

EXE SrI si occupa di front end sul ramo security, personale, commerciale e della creazione di un’unità direttiva esterna composta da Security Manager, da avvocati e esperti di marketing, contabilità e formazione del personale. Tale servizio alleggerisce l’azienda di impegni diretti in settori nevralgici come il front end con il personale o con i collaboratori andando ad esternalizzare i rapporti spesso più delicati come l’ottimizzazione del personale o delle risorse impiegate. Oltre alla gestione della sicurezza fisica e logica si aggiungono la creazione e il supporto di canali commerciali spesso extra nazionali e la formazione del personale. A richiesta sono inseribili nello staff anche esperti revisori contabili e di dinamiche economiche aziendali. 

SICUREZZA DELLE TELECOMUNICAZIONI

Punto nevralgico per alcuni processi di custodia del Know-How aziendale, la sicurezza delle comunicazioni pone il cliente al di fuori del rischio di subire delle attività di spionaggio e violazione della privacy e della corrispondenza. EXE SrI cura la sicurezza in rapporto alla normativa vigente, con ricorso ai più moderni protocolli e algoritmi di sicurezza per voce e dati. 

INFORMATICA FORENSE/COMPUTER FORENSICS

L’aspetto più noto e studiato dell’informatica forense, branca della scienza digitale forense legata alle prove acquisite da computer ed altri dispositivi di memorizzazione digitale, è la computer forensic che si occupa, ai fini probatori, delle tecniche e degli strumenti per l’esame metodologico dei sistemi informatici. Tuttavia stanno acquisendo sempre maggiore importanza anche altri aspetti legati all’impiego di tecnologie informatiche nell’ambito del processo: un tipico esempio è il cosiddetto “esperimento giudiziale” virtuale in cui si impiega il computer per riprodurre un fatto attraverso la cosiddetta “realtà virtuale”. Nell’ambito dell’informatica forense un aspetto fondamentale è la tutela dei dati presenti sui supporti di archiviazione, posti sotto il vincolo del sequestro; dunque non nella disponibilità del proprietario. A salvaguardia dei dati e della garanzia di inalterabilità di questi ultimi, gli operatori preposti all’analisi dei dispositivi di archiviazione utilizzano determinate metodologie volte a garantire e provare l’esatta corrispondenza dei contenuti in qualsiasi momento dell’analisi. Per rendere possibile ciò occorre “congelare” il dato, ossia porre in essere gli accorgimenti tecnologici atti ad impedire scritture (anche accidentali) di bit e a verificare che in un momento successivo i dati presenti siano gli stessi. Per adempiere a tali obblighi, oltre all’utilizzo di strumenti hardware o software che inibiscano qualsiasi scrittura sui dispositivi di archiviazione, vengono impiegati algoritmi di metodologia tecnica forense.